Lavandula Officinalis | Usi dell’olio essenziale e dell’oleolito di lavanda

white-603225_640

Come promesso, ecco un articolo sulle proprietà officinali della lavanda!

Anzitutto, bisogna distinguere fra olio essenziale ed oleolito.

L’olio essenziale si ottiene per distillazione, ed è quindi un’estrazione dell’essenza della pianta (da qui il termine “essenziale”). Una sola boccetta richiede l’utilizzo di tantissimi chili di fiori, ecco il perché dei costi non proprio bassi.

L’oleolito si ottiene invece per macerazione, tant’è che possiamo semplicemente realizzarlo a casa mettendo a macerare in un barattolo, al buio, per circa un mese:

  • 20 gr di fiori di lavanda
  • 100 gr di olio (preferibilmente di mandorle)

lavanda_officinale

Oltre che diversa natura, hanno anche diversi utilizzi: l’oleolito si utilizza come olio per il colpo, come decongestionante, tonico, purificante della pelle.

L’olio essenziale, che trovate in erboristeria, ha invece delle forti qualità come anti-infiammatorio e analgesico.

Ad esempio, in caso di mal di testa, potete mettere due gocce di olio di lavanda sulle tempie, massaggiando, vi darà di sicuro sollievo. Idem per il torcicollo, oltre a massaggiare potete applicare anche un po’ di calore dell’asciugacapelli (senza esagerare).

Io che soffro di tunnel carpale ed ho spesso infiammazioni ai polsi ad esempio (e non contenta, ci suono pure il tamburello), mi faccio molto spesso un impacco di argilla verde e olio di lavanda. A dire il vero lo stesso impacco lo uso anche per le storte o in generale le infiammazioni articolari. Per realizzarlo basta mescolare in un ciotolino:

  • 3 cucchiai di argilla verde (la trovate un erboristeria, anche a peso)
  • acqua tiepida quanto basta per renderla cremosa (ne basta pochissima)
  • 3 gocce di olio di lavanda

Spalmate la crema ottenuto con l’uso di una paletta sulla parte infiammata, rivestite tutto con della pellicola per alimenti, bloccandola con del cerotto, e lasciatela così tutta la notte. Al mattino risciacquate con acqua tiepida. Nel caso in cui vi avanzasse della crema, che si secca molto velocemente, potrete “riattivarla” nei giorni successivi aggiungendo acqua tiepida.

Vi assicuro che funziona ALLA GRANDE, parola di Stregappalla 🙂

 

Annunci

2 pensieri su “Lavandula Officinalis | Usi dell’olio essenziale e dell’oleolito di lavanda

  1. ascoltaisapori ha detto:

    Un’informazione davvero preziosa per le mie mani! 🙂 Anch’io ho il tunnel carpale.
    Voglio provare..
    Ho un centinaio di piante di lavanda, vorrei farci l’oleolito… per i dolori me lo consigli o e’ meglio comprare l’olio essenziale?
    Ciao e grazie!

    Mi piace

    • Silvia C. ha detto:

      purtroppo gli oleoliti hanno funzione principalmente cosmetica, perché ci sia il vero e proprio principio attivo è necessaria l’estrazione, quindi ci vuole l’olio essenziale :/

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...