Vellutata di zucca di Stregappalla

Chi mi conosce bene sa che io sono una maniaca delle scorte. Alla fine dell’estate niente mi fa stare meglio del preparare, come uno scoiattolo grassoccio e diligente, tutto quello che ci potrà servire nei mesi di freddo (che però, quest’anno, non è mai arrivato).

La provvidenza, manifestatasi nei panni della zia di Orco, ci ha fatto arrivare una bellissima zucca di circa 4 kg che io, con pazienza e amore, ho tagliato a cubetti e riposto nel congelatore in dosi già pesate di 400 gr ciascuna… sarò precisina??? 🙂

Tutto questo per dire che ci piace la vellutata di zucca. E che io la faccio in una maniera davvero velocissima e semplicissima!

Ingredienti (per due porzioni):

  • 400 gr di zucca gialla a cubetti
  • 150 ml di acqua
  • 1 cucchiaio  dado vegetale homemade (per la ricetta clicca qui)
  • sale q.b.
  • noce moscata
  • un rametto di rosmarino fresco

zucca gialla

Metti in una pentola la zucca, l’acqua, il dado vegetale e il sale (senza esagerare, meglio semmai aggiungere dopo!). Copri e fai andare a fuoco vivace per circa 10 minuti, dovrebbero bastare per far ammorbidire bene la zucca.

A questo punto spegni il fuoco, e con un mixer ad immersione trita tutto fino a che la zucca non sarà diventata cremosa (se non hai il mixer ad immersione, trasferisci tutto nel frullatore).

Accendi nuovamente il fuoco, aggiungendo una spruzzata di noce moscata (con parsimonia, altrimenti prenderà un retrogusto amaro), e cuoci fino ad aver raggiunto il livello di consistenza desiderato.

Servi decorando con un rametto di rosmarino, che aggiungerà anche un tocco di gusto sfizioso!

Se hai la zucca già tagliata, davvero ti basteranno 15 minuti per portare in tavola questa vellutata sana e gustosa!

#tipdistregappalla: Se proprio vuoi esagerare, aggiungi un filo d’olio e pane tostato a cubetti 😉

Ti è piaciuta la ricetta? Provala e mandami le foto via mail o sulla mia pagina Facebook!

A presto

Stregappalla

vellutata-zucca

 

 

 

Annunci

Sapori toscani: la schiacciata all’olio

Alzi la mano chi non ha mai avuto l’acquolina in bocca vedendo la tipica merenda toscana, ovvero un bel pezzo di schiacciata all’olio?

Da quando ho pubblicato le foto della mia schiacciata sulla pagina Facebook è stato un susseguirsi di richieste per avere la ricetta. Inizialmente restia, in quanto non si tratta di una mia ricetta, ma di una tesoro prezioso passatomi dalla mia amica Brigitte. Ho deciso però alla fine di farvi contenti, perché davvero questa è una goduria della quale non me la sentivo di privarvi 😀

Ecco qua la ricetta della “Schiacciata all’olio di Brigitte”:

  • 700 gr di farina ‘0’
  • 300 gr di acqua tiepida
  • olio d’oliva
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • Sale fine e sale grosso
  • Zucchero

ingredienti schiacciata

Il procedimento è come sempre molto semplice! Mettete la farina, sale fine a piacere (senza esagerare, perché poi verrà messo il sale sopra) e un pizzico di zucchero in una zuppiera, fate un buco al centro, e versatevi l’acqua tiepida nella quale avrete fatto sciogliere il lievito. Aggiungete 35 gr di olio d’oliva.
Impastate bene, tenendo presente che il composto deve essere molliccio. Una volta ottenuto un impasto uniforme lasciatelo riposare 15 minuti, trascorsi i quali impastate nuovamente (se l’impasto non fosse sufficientemente molle, aggiungete altra acqua tiepida).

impasto schiacciata
Ungete una teglia (io uso quella in dotazione col forno) con olio d’oliva, e mettetevi sopra l’impasto, che dovrà riposare 1 ora coperto da un canovaccio… vi avverto, la crescita è davvero velocissima! 🙂
A questo punto stendete l’impasto schiacciandolo con le dita, fino a coprire tutta la teglia, vedrete che sarà molto facile perché questo tipo di pasta è molto malleabile! Con le dita, o con le nocche se avete le unghie lunghe, fate delle fossette su tutta la superficie della schiacciata. Prima di infornare (220° preriscaldato, funzione pizza), schizzettate con acqua, versate sopra abbondante olio che vada a riempire i buchetti, e spolverizzate con sale grosso.

schiacciata cruda

In 15 minuti la schiacciata dovrebbe essere pronta, bella dorata, soffice e col bordo croccante! Accompagnatela con prosciutto crudo, mortadella, salame, ma credete che è divina anche vuota! Se volete renderla più sfiziosa, prima della cottura aggiungete cipolla a fettine, zucchine, pomodori… tutto quello che vi suggerisce la fantasia!

Eccola qua, non è uno spettacolo???

schiacciata
Io come sempre resto in attesa delle foto delle vostre schiacciate, l’album #fattodavoi sulla mia pagina Facebook aspetta le vostre meraviglie!

Un abbraccio infarinato (e un pochino unto)
Stregappalla

Antipasto veloce | La mia quiche alla carbonara

L’altro ieri era l’onomastico di Orco (S.Orco), avevo programmato una cena a base di raclette, ma mi sembrava un po’ triste non impegnarmi neanche un pochino 🙂

Così, mentre Orco si faceva la doccia (si è davvero così veloce da fare… o forse lui è un po’ lento?) ho imbastito questo antipasto rapidissimo! La ricetta è davvero utile nel caso in cui non abbiate in casa sfoglia o brisée pronte, la brisèe fatta in casa è davvero semplicissima da realizzare, ed avrete sicuramente gli ingredienti necessari (io ho fatto tutto con quello che avevo disponibile in casa)! Ho battezzato questa quiche “alla carbonara” per via degli ingredienti, che sono gli stessi del condimento che si usa per la pasta!

Ingredienti per 2 mini-quiche (circa 14 cm di diametro):

  • 120 gr di farina ‘0’
  • 60 gr di burro
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 2 uova
  • 70 gr di pancetta a cubetti
  • 40 gr di panna da montare (o panna liquida)
  • sale
  • cipolla bianca essiccata

Inziamo dalla brisée, impastando farina, burro e sale, esattamente come se si trattasse di una pasta frolla. Dovrà risultare un bell’impasto liscio, se fosse troppo asciutto aggiungete un cucchiaio di acqua ghiacciata.

Stendete la pasta a circa mezzo cm di spessore e rivestite due mini-pirofile (o in alternativa dei pirottini usa e getta, nel qual caso dovreste ricavarne circa 8).

Sbattete a mano le uova, la panna, il sale e la cipolla. Disponete sulla base di briséé la pancetta, e coprite il tutto con il composto sbattuto.

Infornate a 180° forno statico per circa 20 minuti, fino a che la supeficie non sarà dorata.

Tutto qua! Semplice e veloce!

quiche

Ti è piaciuta la ricetta? Continua a seguirmi, e se vuoi essere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter!

A presto!

Stregappalla

 

 

 

Biscotti rustici al mais | I “Pannocchielli” di Stregappalla

Lo confesso, ogni volta in cui faccio visita al mulino del paesello in cui abitiamo Orco ed io, mi faccio sempre prendere la mano. Così l’ultima volta, oltre alla mia solita scorta di farina ‘1’, ho aggiunto un bel po’ di farina di mais che il mugnaio aveva macinato proprio fresca fresca… come dire di no? E poi avevo in mente di organizzare una bella polentata della domenica… bene, siamo a gennaio, e ancora il bel sacco colmo di oro commestibile giaceva intonso nella dispensa. Al che mi son detta: “Perché non sperimentarla in una ricetta dolce?”. E così, dopo un bel po’ di studio sulle proporzioni degli ingredienti, aggiungi qua, togli là, sono nati i miei “Pannochielli”!

Ingredienti per una quarantina di Pannocchielli:

  • 250 gr di farina di mais
  • 200 gr di farina ‘1’
  • 50 gr di farina di nocciole (facoltativa, nel caso aggiungere 50 gr in più di farina 1)
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 80 gr di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • bacca di vaniglia
  • un pizzico di sale

Setacciate e mescolate bene gli ingredienti secchi, compresi i semi della bacca di vaniglia (basta la punta di un cucchiaino), aggiungete le uova, e poi il burro a piccoli pezzi. Impastando con le mani fate incorporare bene tutto il burro. L’impasto risulterà un po’ molliccio, quindi vi consiglio di farlo riposare 30 minuti in frigorifero.

Nel frattempo scaldate il forno a 160°. Trascorsi i 30 minuti, stendete l’impasto ad uno spessore di circa 5 mm, e con un coltello tagliate dei rombi, non importa che siano regolari… sono biscotti dalla grana rustica ed è bello che anche la forma lo sia! Disponete su una teglia coperta di carta forno, e infornate.

Dopo circa 15 minuti i vostri biscotti dovrebbero essere pronti, attenzione perché si tratta di una sorta di pasta frolla, e in quanto tale dovrà uscire dal forno ancora morbida!

Eccoli qua! Sono perfetti col the, inzuppati nel latte, o anche mangiati da soli, magari accompagnati da un velo di marmellata o da una goccia di miele! Anzi,provate a farli e poi contattatemi per dirmi qual è il vostro modo preferito di gustarli 🙂 e magari mandatemi una bella foto, così potrò pubblicarla sulla mia pagina Facebook !

biscotti-mais-nocciola

Inserisci una didascalia