Ghirlanda alla cannella | Natale al Verde

Benvenuti al primo dei 4 appuntamenti con “Natale al verde”, una bellissima iniziativa promossa da Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò

Da oggi per quattro settimane, ogni martedì, pubblicherò un progetto a tema Natalizio… low cost… e green!

E cosa c’è di più green e low cost di un bel pane natalizio?

Non so quale immagine, colore, profumo vi richiami il Natale.. ma per me il Natale è… arancia e cannella! Mi ricorda tanto i mercatini austriaci… mi fa pensare alla famiglia e al calore!

E allora cominciamo subitissimo con gli ingredienti, che sembrano tanti ma sono molto semplici, economici e facilmente reperibili (molti li avrete sicuramente già in casa):

  • 600 gr di farina zero (io ho utilizzato quella macinata a pietra, fresca fresca di mulino)
  • 100 gr di zucchero di canna grezzo
  • 42 gr di lievito madre secco (si trova in bustine al supermercato)
  • 150 ml di latte (io utilizzo senza problemi quello totalmente scremato senza lattosio)
  • 50 gr di burro
  • 1 arancia
  • 4 uova (3 per l’impasto, una per l’esterno)
  • 1 cucchiaio e mezzo di cannella in polvere
  • 50 gr di uvetta
  • 50 gr di noci
  • semi di zucca sbucciati q.b
  • un pizzico di sale

ingredienti_ghirlanda_pane dolce

Cominciate col mettere in un recipiente farina, zucchero, cannella, sale, arancia grattugiata e lievito. Mescolate bene tutti gli ingredienti secchi fra loro, e nel frattempo intiepidite il latte. Incorporatelo agli altri ingredienti, poi unite 3 uova intere, e iniziate ad impastare fino a che non risulterà un impasto omogeneo. Fate fondere il burro a fuoco basso e unitelo. Se il tutto dovesse risultare troppo molle, aggiungete farina un poco alla volta secondo necessità.

Impastate con moooolto amore, fino a che non otterrete una bella palletta come questa.

ghirlanda pane dolce impasto

Fate una croce con un coltello, e mettetela a lievitare in un luogo caldo, ben coperta. Io solitamente scaldo il forno a 80°, lo spengo, e poi vi metto la pasta a lievitare, in un recipiente coperto con un panno umido.

Lasciate lievitare fino al raddoppio (circa 1 ora e mezza), poi unite l’uvetta e le noci, che avrete precedentemente tagliato grossolanamente a coltello. Cercate di lavorare velocemente senza schiacciare troppo la pasta.

E ora è’ il momento di dare forma alla ghirlanda! Potete dividere l’impasto in 3 parti, creare dei lunghi budellini di pasta rotolandoli con le mani sulla spianatoia, e fare una treccia semplice. Le più esperte possono invece cimentarsi in una treccia a 4 capi, come quella che ho fatto io.  Facendo ricerca in rete potete trovare diversi intrecci e sbizzarrirvi!

Per creare una ghirlanda perfetta vi suggerisco di utilizzare la parte centrale di uno stampo da ciambellone, che dovrete imburrare accuratamente. Disponete la treccia sullo stampo, e unite le due estremità, cercando di ricomporre al meglio la treccia nel punto della giuntura.

impasto intrecciato

Ponetela sulla teglia, coprite con un panno asciutto e mettetela a lievitare altri 30 minuti.

Terminata la lievitazione, sbattete il rosso dell’uovo rimasto, spennellatelo sulla ghirlanda e fatevi cadere sopra semi di zucca a piacere.

impasto intrecciato lievitato

Infornate a 180° per 30-40 minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare un po’ (altrimenti si distruggeràààà e voi soffrirete tantissimooo) e sformate la ghirlanda!

E lo spazio centrale a cosa serve???? Ma a metterci una bella candela!

ghirlanda pane dolce cannella 2

Potrete così utilizzare la ghirlanda di pane alla cannella come centrotavola, e mangiarla tutti insieme per merenda il giorno di Natale, magari accompagnata da un buon infuso o da un bel succo di mela caldo aromatizzato alla cannella!

ghirlanda di pane dolce alla cannella 3

E ora via, al lavoro! Mi raccomando eh, io aspetto le foto delle vostre ghirlande!

Questo post partecipa all’iniziativa promossa da 

Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò

Natale al  VERDE!

NATALEALVERDEGLITTERpng

In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!

Partecipano con me:

Aboutgarden

Blossomzine blog

cakegardenproject

Capo Verde

GiardiNote

Giardino Metropolitano

Giato Salò

Home Refresh

Kokedama & Co

La Vie en Rose de Sami

Lavori in Giardino

L’orto dei colori

L’orto di Michelle

Madreselva studio di progettazione

Orti in progress

Passeggiando in giardino

4 Piedi & 8.5 Pollici

Quattro toni di verde

Salvia e Rosmarino

Shabby Chic Interiors

Ultimissime dal forno

Ultimissime dall’orto

Un giardino in diretta

25mq-di-verde

Vivre Shabby Chic

Focaccia nera con semi di lino e rosmarino | Una bontà per occhi e palato!

Ieri avevo ospiti a pranzo, e il programma che mi ero fatta prevedeva un menu a base di pizza… gnammi!

Poi però mi son detta che un antipastino ci voleva, quindi ho acquistato un salamino, un pecorino… e con cosa accompagnarli se non con una deliziosa focaccia fatta in casa?!? 🙂

Stavolta però ho voluto provare una farina diversa dalla classica “0” e da quella i cereali (per la quale Orco va matto), e dopo mesi che le giravo intorno, finalmente ho acquistato la farina per pane nero!

E siccome non posso tollerare di preparare qualcosa senza “intrugliare”, ho pensato di rinnovare anche la confezione di semi di lino (fonte ricchissima di Omega3) che giacevano ormai da settimane nella mia dispensa 🙂

semi_di_lino

Vai con gli ingredienti (per una focaccia di circa 40 cm)

  • 500 gr di farina per pane nero
  • 100 gr di lievito madre fresco (o 40 gr di lievito madre secco)
  • 2 cucchiaini di sale
  • 250 gr di acqua
  • Olio di oliva
  • 50 gr di semi di lino
  • 2 rametti di rosmarino

Impastate farina, lievito, sale e acqua fino a raggiungere la consistenza necessaria a formare una palla.

impasto_pane_nero

Mettete a lievitare per 3-4 ore lasciando nell’insalatiera, con un canovaccio per coprire.

Circa 1 ora prima della fine della lievitazione mettete i semi di lino a mollo nell’acqua.

Terminata la lievitazione stendete la focaccia cercando di ottenere uno spessore di circa 5-8mm, spennellatela di olio, aggiungete sale, semi di lino precedente scolati ed il rosmarino.

focaccia_nera

Infornate nel forno di casa a 180° per circa 40 minuti, in forno a legna a cottura indiretta per circa 30 minuti a 250°-300° max.

Purtroppo non posso esprimervi a parole il profumo di questa focaccia appena la si sforna *__*

Posso solo dirvi che nella cestina è durata 5 minuti al massimo 😀

focaccia-nera_sfornata

Le ricette sono come la magia, funzionano solo se ci credi 🙂

Il pane ai cereali fatto in casa|forno a legna, che passione!

Circa un anno fa mi sono detta che sarebbe stata una bella cosa provare a fare il pane in casa. Ho provato, e non si sa per quale miracolo, era pure buonissimo! Da allora non ho più abbandonato l’abitudine di preparare ogni week-end il pane per la settimana! Peraltro consiglio vivamente di tenere quest’abitudine se siete a dieta! Se vi fate dei panini del peso giusto, infatti, non sarete tentati di continuare a tagliare e mangiare fette di pane fino ad avere 2 kg di mappazza nello stomaco, e 100 kg di grasso sulle cosce :p

Andiamo con ordine, iniziando con gli ingredienti:

  • 1 kg di farina ai 5 cereali (io prediligo sempre quella bio, costa un po’ di più, ma è sicuramente migliore)
  • 500 ml di acqua (indicativamente, dopo vedrete perché)
  • sale a piacere
  • 70 gr lievito madre essiccato, se cambiate le dosi della farina tenete presente che se ne deve utilizzare un peso pari al 7% del peso di questa (si trova tranquillamente al supermercato, lo preferisco nettamente al lievito di birra, che rendo tutto più pesante da digerire)
  • 1 cucchiaino di zucchero (necessario per attivare il lievito)

PROCEDIMENTO

Mescolate in un’insalatiera farina, lievito, zucchero e sale. Iniziate pian piano ad aggiungere l’acqua tiepida, incorporandola con l’aiuto di un mestolo (se siete come me e non amate impiastricciare da subito le mani). Andate piano con l’acqua, la dose è indicativa ma l’umidità di farina e aria fanno sempre la differenza sul quantitativo necessario!

Appena l’impasto ha raggiunto la consistenza giusta, passate alla spianatoia, ed impastate almeno 10 minuti. Nota importante: impastate con amore, caricando il vostro pane di buone intenzioni (tipo quella di rendere felici i vostri familiari). Così è assicurato che il vostro pane sarà un successo!

Fate una bella palla, mettetela nella ciotola precedentemente unta con un tovagliolino bagnato di olio, copritela con un canovaccio e mettetela a nanna per almeno 3 ore. Io ho un trucchetto per far lievitare meglio: appena inizio a fare l’impasto, accendo il forno a circa 50-60 gradi, lo spengo appena raggiunge la temperatura, e poi metto dentro il pane a lievitare.. il tepore lo farà gonfiare moltissimo!

impasto_pane2

Passato il tempo di lievitazione, prendete il vostro impasto e fatene un filoncino, o tante piccole pallette, senza schiacciare troppo l’impasto, mi raccomando! Disponetele sulla spianatoia, coprite di nuovo con un canovaccio e lasciate riposare altri 30 minuti.

impasto_pane

Se avete un forno tradizionale, nel frattempo scaldatelo a circa 180°. (potrete infornare in teglia, su carta forno, ed in circa 40 minuti il vostro pane sarà prontissimo)

Se avete il forno a legna, dovrete cercare di stabilizzarlo su una temperatura di circa 250 °.

il mio forno è a cottura indiretta su pietra, impiega circa una mezz’ora per cuocere, con sportello chiuso (assicuratevi di non carbonizzare il pane sotto come ho fatto io la prima volta che ho utilizzato Adorno… ma si sa, io sono una nota piromane)

pane_cotto_legna2

Ed ecco qua il risultato finale! Delle pagnottine dorate e profumatissime!

pane_cotto_legna

Appena sfornato, mettetelo in un canovaccio, che assorbirà l’umidità.

Si conserva benissimo per molti giorni se conservato in modo corretto, meglio se in una sacca per pane. Altrimenti potete congelarne una parte e tirarlo fuori giorno per giorno.

N.B. Questo pane, soprattutto se piuttosto salato, è buono in maniera ESAGERATA con le marmellate!

Allora, che fate, siete ancora qui??? Correte a provare e fatemi sapere il risultato!!!